Pubblicato in: As Travars-Recensioni

La confraternita delle streghe di Kass Morgan e Danielle Paige- Review party

Buonsalve e benvenut* alla mia tappa del review party dedicato a La confraternita delle streghe di Kass Morgan e Danielle Paige. Un grazie enorme, come sempre, alla fantastica Ambra che l’ha organizzato e ha creato le stupende grafiche e alla casa editrice per la copia in anteprima. Le mie opinioni non sono state in alcun modo influenzate.

Kass Morgan – Paige Danielle
pubblicato da Mondadori

Traduttore M. C. Scotto di Santillo


La Kappa Rho Ni non è una confraternita come le altre. Non solo perché è la più potente ed esclusiva del campus. E nemmeno perché tutte le ragazze che ne fanno parte sono bellissime, intelligenti e ambiziose. Il vero motivo è che quelle studentesse nascondono un segreto. Sono tutte streghe. Scarlett Winter ha sempre saputo di esserlo ed è determinata a diventare la presidentessa della confraternita, come prima di lei lo sono state sua madre e sua sorella. L’unico ostacolo è un terribile segreto del suo passato che, dovesse venire alla luce, le farebbe perdere tutto… Vivi Devereaux, invece, non ha idea di essere una strega e non ha mai vissuto abbastanza a lungo in un luogo per riuscire a costruire dei rapporti duraturi. Per lei, entrare a far parte della Kappa Rho Ni significherebbe trovare un posto in cui sentirsi finalmente a casa. E per questo è disposta a tutto pur di riuscirci. Peccato che sulla sua strada trovi Scarlett, assolutamente convinta che lei non sia per nulla adatta a diventare una “sorella”. Quando però un potere malvagio inizia a manifestarsi nel campus, le ragazze si trovano costrette a mettere da parte le loro rivalità per salvare le compagne. Qualcuno, infatti, ha scoperto il segreto della confraternita ed è intenzionato a fare il possibile per vedere bruciare tutte quelle streghe…

Dopo aver trascorso anni trasferendosi da un posto all’altro, senza riuscire a creare rapporti duraturi e seguendo la particolare madre da una città all’altra, Vivi è determinata a far sì che il Westerly College di Savannah diventi un luogo dove potersi finalmente sentire a casa. Quando si ritrova a partecipare alla festa delle Kappa Rho Ni ed ad essere affascinata dalla confraternita femminile, Vivi non solo scopre l’esistenza di un mondo dove le streghe esistono, ma che lei possiede poteri magici dei quali ignorava l’esistenza. Determinata a capirli e a far parte di quel mondo e di quella confraternita, Vivi è disposta a tutto, anche a scontrarsi con la sua nuova “sorella”, Scarlett, convinta che lei non sia adatta a quel mondo. Ben presto entrambe verranno a conoscenza dell’esistenza di pericoli mortali in agguato e che servirà l’aiuto di tutte per proteggersi da chi vuole far loro del male.

La confraternita delle streghe è un libro davvero molto avvincente e scorrevole e che si divora in pochissimo tempo, o almeno è stato così per me. Sono stata trascinata immediatamente nell’atmosfera affascinante del college di Westerly, nella curiosa e intrigante confraternita, i cui membri sono chiamati Corvi (da cui il nome originale del libro, “The Ravens”). Tra lezioni (poche), flirt (tanti), feste e incantesimi, la vita di Vivi verrà stravolta, aprendole nuove porte, spingendola a conoscere lati di se stessa, del suo passato e della sua stessa famiglia che ignorava.

La storia è narrata da due punti di vista, ben distinti l’uno dall’altro, quello di Vivi e di Scarlett, che presentano al lettore due visioni diverse della storia. Da un lato Scarlett, con la sua conoscenza della magia e di come funziona il mondo del college e dall’altro Vivi, che, come il lettore stesso, ignora sia le dinamiche socioeconomiche del luogo, sia magia e incantesimi. Le due giovani non possono essere più diverse e il loro rapporto sarà complicato sin dall’inizio, soprattutto per motivi di cuore. Scarlett appartiene a un mondo fatto di glamour, potere e ricchezza, con le sue amicizie, la sua magia, il suo ragazzo e un destino, apparentemente, già scritto. Tramite il suo punto di vista il lettore entra in contatto con il mondo affascinante della confraternita, apprendendone il passato, le dinamiche e anche la storia di Scarlett, con i suoi legami, le aspettative della famiglia, i suoi desideri e il bisogno, quasi, di aver tracciato già la propria rotta, cosa che, nel corso nel libro, la porterà a scontrarsi con la realtà. Vivi, d’altro canto, contrasta nettamente sia con Scarlett che con il resto dei Corvi della confraternita, per il modo di vestire e muoversi e la sua ingenuità. Grazie anche all’aiuto delle nuove reclute, tra cui l’amica Ariana, la giovane lotterà e imparerà a integrarsi e, tramite il suo punto di vista, il lettore viene coinvolto nel mondo magico, tra incantesimi, formule, rime, esercitazioni, iniziazioni e prove e potrà seguirne la crescita e maturazione.

Il mondo accademico, lo studio fanno solo da sfondo alla confraternita e al legame che si instaura, o che si è già instaurato nel caso di Scarlett, Tiffany e Dahlia, tra i personaggi, la forte sorellanza tra le giovani, gli incantesimi, il loro mondo che sembra iniziare e concludersi all’interno della loro casa. Almeno finché il mondo esterno non inizia a presentare minacce disposte a distruggere le loro vite. L’elemento della minaccia, dell’aggressione, della morte contrasta nettamente con la magia, apparentemente, innocua che Vivi pensava di trovare nei Corvi. Viene spalancato, così, un mondo fatto di vendette, bugie e segreti che rischiano di compromettere ogni cosa e che cambieranno la storia di molte giovani.

Ho trovato questo romanzo davvero travolgente e mi è molto piaciuta la caratterizzazione dei personaggi e come crescano nel corso della storia. Vivi, che all’inizio sembrava molto ingenua, soprattutto nei rapporti interpersonali e a causa della sua storia, diventa più certa e sicura di sé, traendo forza non solo da ciò che ha imparato da se stessa, ma anche dal legame con le altre ragazze. Scarlett, invece, l’ho trovata abbastanza snob e, anche se in maniera molto diversa da Vivi, sempre ingenua, ma ho potuto apprezzare il suo sviluppo e come abbia imparato dalle circostanze e dai rapporti interpersonali. D’altro canto, ho adorato anche la presenza delle altre streghe, come Ariana, Tiffany, Sonali. Sebbene i personaggi maschili siano solo due, Mason e Jackson, e che spicchino in maniera positiva, La confraternita delle streghe è un romanzo che ruota e si focalizza sulle donne, sul legame tra loro, sulla sorellanza che non viene imposta, ma creata e nutrita nel tempo.

Lo stile di scrittura è semplice, molto coinvolgente, intervallando momenti divertenti e dolci a tragici e tristi, riflessioni e battute, conducendo i personaggi e il lettore con loro all’interno della storia sin dalla prima pagina. Sono molto colpita da questo romanzo. Non lo ritengo un capolavoro, avrei evitato i molti momenti di ingenuità da parte di Vivian, legati al fattore romance che non mi è piaciuto particolarmente, ma nel complesso la storia è deliziosa, intrecciando incantesimi e magia ad amicizia e indagini, misteri e segreti. Un buon libro, davvero consigliato.

Ecco a voi il calendario delle altre recensioni!

Autore:

What you should know about me is: I'm in love with books. I love diving in them, living my heroine's and heroes' adventure, discovering new worlds and characters. I've always loved reading and writing. The idea of creating is thrilling and scary at the same time. 'I'd rather die on an adventure than live standing still."

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...