Pubblicato in: Senza categoria

Io, i miei mostri e me di Caterina Costa- Cheit.Jpg Review Party

Salve e benvenut* alla mia tappa del review party di Io, I miei mostri e me di Caterina Costa, in arte Cheit.Jpg. Un grazie enorme alla casa editrice Beccogiallo per questa magnifica occasione e per la copia in anteprima e a Valeria per aver organizzato l’evento! Le mie opinioni non sono state influenzate in alcun modo.

di Caterina Costa (Autore)
Becco Giallo, 2021
Caratteristiche: 112 pp. col., brossura
ISBN: 9788833141831

Il primo libro della giovanissima Caterina Costa, instagrammer, autrice di webcomics, conosciuta tra i suoi tanti fans con lo pseudonimo di CHEIT. Un webcomics che racconta senza filtri le ansie, le paure, le inquietudini, le sofferenze dei ventenni di oggi. Un’autrice dall’enorme seguito sui social media.

“Io, i miei mostri e me” è una raccolta di fumetti dalle svariate tematiche e trattano dell’amore, dell’amicizia, famiglia, depressione, dolore, solitudine. Con delicatezza e intensità l’autrice e artista riesce a rappresentare alla perfezione emozioni che, chi più chi meno, provano tutt*, facendoci sentire meno sol*, più compres* e consentendo, a chi non ha provato quelle stesse emozioni, di comprenderle almeno in parte. Un lavoro profondo e vulnerabile, dato che l’autrice si espone, si mette a nudo, esprimendo le sue paure e titubanze, le delusioni e sofferenze, la solitudine e i pensieri negativi, oltre a raccontare momenti di gioia e complicità, di soddisfazione e riscatto.

Come si nota leggendo questo delizioso libro, alcune opere hanno un titolo, dato che l’autrice ha partecipato alla sfida dell’inktober, che consiste nel creare un’opera al giorno partendo da una parola proposta. Le tavole che compongono questo libro presentano e alternano colori caldi e freddi, come l’arancione, il giallo, il rosso che contrastano nettamente con il blu, il nero, il grigio. I colori sono importanti perché oltre a rappresentare quel momento o l’altro aiutano anche a comprendere il cambiamento all’interno dei personaggi. Lo si può notare dalla prima vignetta quando il personaggio presenta il colore blu della malinconia che, nel corso dell’opera, sfuma fino a diventare rosa, ad assumere un colore più caldo appena il personaggio si sente a suo agio in compagnia di altre persone. O, nel caso contrario, in una vignetta quasi a metà del libro che raffigura un personaggio sorridente, i cui colori caldi e avvolgenti che, una volta in balia dei brutti pensieri (rappresentati fisicamente da una figura scura e minacciosa) iniziano a sfumare e a diventare sempre più freddi e bianchi.

Ogni opera, tavola è composta da quattro parti e in queste quattro vignette, l’artista racconta una storia, che può essere una delusione amorosa, un ricordo doloroso, un incontro spiacevole, un momento di debolezza, le difficoltà della vita di tutti giorni, ma anche momenti di serenità e allegria in compagnia degli amici, della famiglia, dell’amore. Riesce, a mio parere, ogni volta a colpire nel segno, esprimendo alla perfezione, senza giri di parole o altro, l’emozione di quella vicenda, trasmettendo sofferenza, sollievo, rabbia, delusione, felicità, ottimismo e ogni possibile sfumatura dell’essere umano.

Spiccano, o almeno hanno colpito me in particolar modo, le vignette che trattano della solitudine e della depressione e l’artista ha rappresentato in maniera estremamente realistica la difficoltà di essere in pubblico, il bisogno di prendersi una pausa, la pressione dovuta all’ansia, la presenza fastidiosa e insidiosa della depressione e dei pensieri negativi, rappresentati da figure nere o da un groviglio scuro che avvolge i personaggi.

Con delicatezza e sensibilità l’artista rappresenta l’immensa gamma delle emozioni che riguardano tutt* noi, le difficoltà nell’amicizia, le delusioni amorose, i momenti di solitudine e depressione, i pensieri negativi, ma anche i momenti di felicità, l’affetto degli amici, il sostegno della famiglia. Opera dopo opera rappresenta l’essere umano nella sua complessità, con i suoi alti e bassi. Si tratta di una raccolta imperdibile, dai disegni intensi e ben definiti e dalle parole, pur essendocene poche, che colpiscono nel segno ogni volta. Assolutamente da divorare tutto di un fiato, soprattutto perché è una raccolta che spinge chi la legge a sentirsi meno sol*, più compres* e quasi avvolt* in un abbraccio. Meravigliosa.

Five stars rating vector icon

Date inoltre un’occhiata alle altre recensioni!

Autore:

What you should know about me is: I'm in love with books. I love diving in them, living my heroine's and heroes' adventure, discovering new worlds and characters. I've always loved reading and writing. The idea of creating is thrilling and scary at the same time. 'I'd rather die on an adventure than live standing still."

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...