Pubblicato in: As Travars-Recensioni

Ponte di anime di Victoria Schwab- Review party

Salve e benvenut* alla mia tappa del review party dedicato a Ponte di anime della magnifica Victoria Schwab! Grazie, Ambra, per aver organizzato, per le grafiche stupende e alla casa editrice per la copia in anteprima. Le mie opinioni non sono state in alcun modo influenzate.

Autore: Victoria Schwab
Traduttore: Marina Calvaresi
Editore: Mondadori
Collana: Oscar fantastica
Anno edizione: 2021
È lei che insegue gli spettri, o è il contrario?
Sia come sia, Cass potrebbe avere un talento per scovare gli spiriti inquieti. Insieme a Jacob, il suo migliore amico fantasma, è sopravvissuta a due città infestate mentre era in viaggio per il programma televisivo dei suoi genitori. Tuttavia nulla potrebbe prepararla a quel che la attende a New Orleans, un luogo che pullula di antiche magie, società segrete e terrificanti sedute spiritiche. Ma la sorpresa più terribile è un nemico che Cass non avrebbe mai sospettato di dover affrontare: un messaggero della Morte in persona. Sarà all’altezza della sfida? E a cosa dovrà rinunciare per vincerla?

Buonsalve ed eccoci con la recensione del terzo (per ora) volume delle avventure di Cassidy Blake! Dopo la fine misteriosa e piuttosto inquietante del libro precedente, Tunnel di ossa, Cassidy non ha tempo di riprendere fiato e subito lei, i suoi genitori, il gatto Grim e l’amico fantasma Jacob sono pronti (più o meno) per una una nuova tappa: New Orleans. In una città ricchissima di storia e di magia, di fantasmi, sedute spiritiche, società segrete, Cassidy dovrà affrontare nientepopodimeno che l’Emissario della Morte, un messaggero pronto a tutto per ristabilire l’ordine naturale delle cose. Cassidy sarebbe dovuta morire, ma è stata salvata da Jacob e in quanto Traversante ha attirato la sua attenzione. Cosa dovrà fare per liberarsene? A cosa sarà costretta a rinunciare?

Credo che Ponte di anime sia, finora, il mio preferito di questa saga, soprattutto per l’ambientazione. Come è accaduto nei libri precedenti, l’autrice ha un modo straordinario di coinvolgere il lettore e trascinarlo nella storia, nei luoghi visitati, sentendo l’atmosfera che circonda i personaggi. Tramite Cassidy e Jacob, grazie ai genitori della giovane, alla guida del luogo Lucas, il lettore visita cimiteri e inquietanti ville, stanze di sedute spiritiche, assistendo a una particolarmente travolgente, apprendendo la storia ricca, a tratti dolorosa e triste, ma affascinante di New Orleans, tra incendi, morti, spiriti e via discorrendo. Ho sempre voluto visitare le città presenti in questa saga e mi è piaciuto moltissimo poterle conoscere meglio, in modo molto originale. Se esistesse davvero lo show dei genitori di Cassidy e i loro libri ne sarei una grandissima fan.

La storia della città, con i suoi spiriti e le tappe interessanti che i genitori di Cassidy raccontano a lei, e al lettore stesso, s’intreccia con la vicenda della giovane e del suo scontro, fuga e resa dei conti con un messaggero della morte stessa. La conoscenza di Cassidy del mondo paranormale (e quella del lettore con lei) s’allarga, tramite anche l’incontro con una società segreta, nominata in precedenza, la presenza e l’aiuto di Lara e di personaggi dotati di conoscenze e poteri particolari. Come avvenuto nei libri precedenti, spicca moltissimo il legame che Cassidy ha instaurato con Jacob, nonostante sia condito dalla preoccupazione per il potere acquisito dallo spirito nel corso del tempo e viene sottolineato e sviluppato anche quello tra Cassidy e Lara che si ritrovano, fisicamente stavolta, ad affrontare insieme una nuova minaccia e a consolidare la loro amicizia.

Lo stile della scrittrice, i personaggi creati, l’ambientazione, tutto è magnifico, ben scritto e sviluppato e questa saga è una delle mie preferite. Fughe rocambolesche, scoperte scioccanti, momenti divertenti e inquietanti, tesi e tristi, riempiono questo terzo libro che si divora in pochissimo tempo e che consiglio assolutamente.

Se siete fan della Schwab, o se volete una lettura inquietante per Halloween (ma anche in tutti gli altri periodi dell’anno, obiettivamente), questo libro è perfetto per voi!

Date un’occhiata alle altre recensioni, qui il calendario!

Pubblicato in: As Travars-Recensioni

Tunnel di ossa di Victoria Schwab- Review Party

Salve e benvenut* alla mia tappa per il review party di Tunnel di ossa della mia brillante Victoria Schwab. Un enorme grazie ad Ambra per aver organizzato l’evento e per le grafiche e alla Mondadori per avermi dato l’opportunità di leggere e recensire questo libro in anteprima. Le mie opinioni non sono state in alcun modo influenzate.

Disponibile su:    

Collana: Fantastica

ISBN: 9788804740247

352 pagine

Prezzo: € 15,00

Cartaceo

In vendita dal 28 settembre 2021

CASS È NEI GUAI. Ancora più del solito.
Insieme a Jacob, il suo migliore amico fantasma, Cass si trova a Parigi, dove i suoi genitori stanno girando il loro programma televisivo sulle città più infestate del mondo. Certo, mangiare croissant e visitare la Tour Eiffel è un vero spasso, ma sotto Parigi, nelle raccapriccianti Catacombe, c’è in agguato un pericolo spettrale.
Quando Cass risveglia un poltergeist terribilmente potente, deve affidarsi alle sue abilità di cacciatrice di spettri, ancora tutte da dimostrare, e chiedere l’aiuto di amici vecchi e nuovi per svelare un mistero.
Se fallirà, le forze che ha ridestato potrebbero rimanere a infestare la città per sempre.
L’autrice bestseller Victoria Schwab torna al mondo di Città di spettri, regalandoci nuove emozionanti avventure e un’indimenticabile lezione sull’amicizia (perché, a volte, anche i migliori amici fantasma hanno segreti).

Dopo le terrificanti, ma interessanti, vicende della Scozia, Cassidy è “pronta” a una nuova avventura e quando i suoi genitori arrivano a Parigi per un’altra tappa del loro programma televisivo la giovane spera che la vacanza possa riguardare soltanto croissant e visitare la città. Ovviamente non è così. Quando la sua presenza e i suoi poteri risvegliano un poltergeist, Cassidy è costretta a rivestire nuovamente il ruolo di cacciatrice di fantasmi e affidarsi a vecchi e nuovi alleati, mentre si ritrova a imparare nuove cose su se stessa, il mondo che la circonda e sul suo migliore amico, che sembra avere segreti potenzialmente pericolosi.

Victoria Schwab ritorna con una nuova intrigante avventura ambientata nella meravigliosa Parigi. Come era accaduto con Edimburgo, tramite il racconto dei genitori di Cassidy e Cassidy stessa, il lettore scopre la città e i suoi segreti, con i suoi miti e leggende, omicidi, morti e spiriti inquieti. La presenza del poltergeist apre a Cassidy un mondo del tutto nuovo e pericoloso, spingendola ad agire prima che l’intera città possa essere stravolta dalla rabbia e dal caos scatenato dal giovane spirito.

Ho adorato leggere Tunnel di ossa, perché, esattamente come il primo, mi sono ritrovata coinvolta nelle leggende e miti della città, ricca di storia e di passato, spingendomi a visitare con i personaggi le Catacombe, le strade di Parigi, a seguirli nelle loro ricerche. Molto interessante, infatti, è stata l’indagine condotta da Cassidy, Jacob e Lara nel trovare chi fosse il poltergeist e il modo di proteggere se stessi e la città dalla sua rabbia.

La storia è stupenda, intrigante e i personaggi sono ben caratterizzati, sia i nuovi che i vecchi. Lara con la sua saggezza e supporto, i genitori di Cassidy che si completano a vicenda nel narrare storie e leggende e visitare la città, la nuova guida e un’alleata inaspettata… Ho molto amato sia la curiosità e impulsività di Cassidy, che si ritrova a rivestire il ruolo di cacciatrice di fantasmi, lottando per abituarsi a questa nuova realtà, che l’essere leggermente più cauto e “fifone” di Jacob, il modo in cui i loro caratteri si completano e si bilanciano. Molto realistico il loro rapporto e le loro azioni, in quanto teenagers dinanzi a un mondo a loro quasi del tutto nuovo.

Uno degli aspetti che amo di più di questa saga è, infatti, proprio lo straordinario rapporto tra Cassidy e Jacob, il modo in cui comunicano, battibeccano, accettano e seguono suggerimenti l’uno dell’altra, si completano a vicenda. Il loro rapporto è, però, “appesantito” dai sospetti di Lara e la paura di Cassidy che Jacob possa acquisire maggiori poteri e rappresentare un pericolo e la consapevolezza che lui abbia dei segreti, rendendo il loro legame più teso.

Leggermente più inquietante e triste del precedente, sia per la presenza del poltergeist che per i segreti rivelati, Tunnel di ossa è un avvincente avventura, dove spicca l’amicizia e il legame tra Cassidy e Jacob, che s’impegnano per comprendersi e parlare, anche di ciò che li turba e spaventa, regalando un’importante lezione sui rapporti.

Tunnel di ossa conferma, come se ce ne fosse bisogno!, la brillante capacità di Victoria Schwab nel coinvolgere, attrarre e catturare l’attenzione del lettore. Pur essendo un middle grade, quindi “leggermente” lontano dalla mia età, ho amato leggere questo libro, ho adorato i personaggi, le loro interazioni e avventure e non vedo l’ora di scoprire cosa succederà dopo l’intrigante conclusione.

Date un’occhiata alle altre tappe! Ecco a voi il calendario!

Pubblicato in: As Travars-Recensioni

Gallant by Victoria Schwab- ARC REVIEW

US edition
UK edition

Publisher‎: Greenwillow Books

Publication date: March 1, 2022

Genre: middle grade

Olivia Prior has grown up in Merilance School for girls, and all she has of her past is her mother’s journal—which seems to unravel into madness. Then, a letter invites Olivia to come home—to Gallant. Yet when Olivia arrives, no one is expecting her. But Olivia is not about to leave the first place that feels like home, it doesn’t matter if her cousin Matthew is hostile or if she sees half-formed ghouls haunting the hallways.

Olivia knows that Gallant is hiding secrets, and she is determined to uncover them. When she crosses a ruined wall at just the right moment, Olivia finds herself in a place that is Gallant—but not. The manor is crumbling, the ghouls are solid, and a mysterious figure rules over all. Now Olivia sees what has unraveled generations of her family, and where her father may have come from.

Olivia has always wanted to belong somewhere, but will she take her place as a Prior, protecting our world against the Master of the House? Or will she take her place beside him?

New York Times bestselling author Victoria Schwab crafts a vivid and lush novel that grapples with the demons that are often locked behind closed doors. An eerie, standalone saga about life, death, and the young woman beckoned by both. Readers of Neil Gaiman, Holly Black, Melissa Albert, and Garth Nix will quickly lose themselves in this novel with crossover appeal for all ages.

A huge thanks to the publisher and Edelweiss for the chance to read and review one of my most anticipated reads in 2022! I cried when I saw this! I love everything Victoria Schwab writes and this book is absolutely fantastic!

TW: bullying, murder

The secret garden meets Crimson Peak and Coraline in Victoria Schwab’s new standalone, a brilliant and lush story told by the main character Olivia, in her journey to belong somewhere and to find her family and place in the world.

“Home is a choice”

Olivia Prior has grown up in Merilance School for girls, she can’t speak and the only thing she has of her family is her mother’s journal, words she committed to memory, trying to understand and know her, even when words unravel into madness. When a letter invites Olivia to come home, to Gallant she accepts right away, hoping to find her own family. There, though, no one is expecting her, no one wrote the letter, her cousin Matthew is hostile and the house is haunted by half-formed ghouls. But Olivia had always seen ghouls and she doesn’t want to leave the first place she feels like home and she’s ready to unravel every secret of the house.
Crossing a mysterious and ruined wall brings her to another Gallant, a place haunted by solid ghouls, a place crumbling and ruined, a world where Death rules and Olivia has to take a stand against it, while learning to belong finally somewhere.

Gallant is absolutely amazing, a story about life and death, shadows and demons and a young woman beckoned by both worlds. It’s a story about belonging, family and struggling to find one’s place in the world, a dark fairytale.
Victoria Schwab’s writing style and creativity are, like always, amazing and I couldn’t stop reading this book, I was hooked since the first page. It’s haunting, beautiful, moving and heartwrenching and filled my heart with longing, love and hope.

Gallant is told by Olivia, who is a magnificent main character, brilliant and stubborn. She lived almost all her life in Merilance, in a place where she wasn’t able to belong, bullied because she can’t speak, hurt and ignored, but still full of resiliance, strength and determination. Almost like in a fairytale, where the orphan gets a letter from a lost family member, beckoning her home, Olivia follows the letter, that brings her in a place that seems to her like a paradise, where she can finally know more about her family, what happened to them, how they were and to belong somewhere. But Gallant is full of secrets, losses and risks and Olivia has to prepare to defend it and its inhabitants from the dark forces.

The plot is brilliantly written, full of twists and it’s a character driven one, beginning with a lost and curious Olivia and ending with a stronger main character, more confident and conscious of herself and her family’s history.
The story is intertwined with entries from Olivia’s mother’s journal and with eerie and peculiar drawings and, with Olivia, the reader follows them, trying to understand them.
I loved the setting, how Olivia went from the grays in Merilance to the colours in Gallant, with flowers and grass and sunshine and how strongly the two Gallants differed from one other, the first luminous, even though filled with few inhabitants, but full of memories and losses, the one in the shadow world eerie, gray and lost.
I think it was peculiar how Olivia was attracted by colours, in the outside world, in her clothes’ choices, shedding the grays of Merilance, fighting against the world beyond the wall and its Master.

If Olivia is the main character of Gallant, her mother’s words “haunts” her and the whole story, woven together, swinging from past to present, helping her and the reader piecing all the parts, in a moving and heartwrenching story of love, loss, sacrifice and bond. It’s almost like we have two stories, Olivia’s and her mother’s, past and present intertwining and living side by side.
The side characters are also skillfully written, Matthew with his losses and sacrifices and anger, Hannah and Edgar in their stubborness and ways of protecting themselves and the Priors and they represent something for Matthew and Olivia: a home, a family, people ready to fight for them.

It’s a story about love, loss and sacrifice, about belonging somewhere and to someone and the strength in resisting one’s own shadows, nightmares and bad thoughts.
I loved the book’s message, about strength and resiliance and the importance of holding on, keep fighting against all kind of shadows, reals and in our minds.

Pubblicato in: As Travars-Recensioni

Città di spettri di Victoria Schwab- Review Party

Salve e benvenut* alla mia tappa per il review party di Città di spettri della mia adoratissima Victoria Schwab. Un enorme grazie ad Ambra per aver organizzato l’evento e alla Mondadori per avermi dato l’opportunità di leggere e recensire questo libro in anteprima. Le mie opinioni non sono state in alcun modo influenzate.

   
Collana: Fantastica
ISBN: 9788804736547
320 pagine
Prezzo: € 15,00
Cartaceo
In vendita dal 31 agosto 2021

Da quando Cass è quasi annegata (sì, va bene, è veramente annegata, ma non le piace ripensarci), è in grado di attraversare il Velo che separa i vivi dai morti e accedere al mondo degli spiriti. Persino il suo migliore amico è un fantasma.
Insomma, la faccenda è già piuttosto strana. Ma sta per farsi ancora più strana.
Quando i suoi genitori vengono ingaggiati per girare un programma televisivo dedicato alle città infestate, tutta la famiglia si trasferisce a Edimburgo, in Scozia. Dove cimiteri, castelli e vicoli sotterranei pullulano di fantasmi irrequieti. E quando Cass incontra un’altra ragazza che condivide il suo stesso “dono”, si accorge di avere ancora molto da imparare sul Velo, e su se stessa.
Dall’autrice bestseller Victoria Schwab, un racconto spaventoso ed elettrizzante, pieno d’azione, che parla di infestazioni, passato, mistero, e del legame tra i veri amici (anche se quell’amico è un fantasma)

Se mi conoscete, sapete quanto adori Victoria Schwab, della quale leggerei anche la lista della spesa e le darei lo stesso cinque stelle piene. Ho già letto e adorato la trilogia di Cassidy Blake in lingua originale, della quale Mondadori pubblicherà i tre volumi, ed è stato un piacere poterne leggere la traduzione.

Città degli spettri è un middle grade, narrato in prima persona dalla protagonista, Cassidy Blake. Cassidy è…particolare. Dopo essere annegata e tratta in salvo da Jacob, un fantasma, poi diventato il suo migliore amico, Cassidy è in grado di vedere e attraversare il Velo, che separa il mondo dei vivi da quello dei morti. Quando i suoi genitori, scrittori di libri che mescolano sovrannaturale e storico, vengono ingaggiati per girare un programma televisivo dedicato alle città infestate, di colpo la vacanza che Cassidy aveva immaginato, piena di mare, sole e mancanza di fantasmi, cambia completamente. Costretta a seguire i genitori a Edimburgo, Cassidy si ritrova a conoscere un mondo molto più complesso e spaventoso di quanto potesse immaginare, soprattutto quando incontra una ragazza con le sue stesse capacità.

Cassidy è un personaggio straordinario, brillante, testarda e realistica nella sua età e atteggiamenti. Un personaggio complesso e affascinante, una giovane ragazza dotata di abilità che ancora non comprende a fondo, trascinata in un mondo, quello degli spiriti, immenso e, spesso, pericoloso. La sua relazione con Jacob, il suo migliore amico fantasma, è una delle mie preferite, piena di battute, occhi che roteano, commenti sarcastici e regole della loro amicizia.

La storia è scorrevole, il libro si divora perché è scritto, come sempre, in maniera fenomenale e a farla da padrone, oltre alla caratterizzazione dei personaggi e di Cassidy in primis, è l’ambientazione. Attraverso gli occhi di Cassidy, i commenti di Jacob e le storie e leggende narrate dai genitori della giovane, il lettore scopre una città affascinante, ricca di storia, piena di miti, fantasmi, cimiteri monumentali, castelli e vicoli sotterranei. In quanto appassionata di miti e leggende, è stato un vero piacere poter conoscere la città di Edimburgo, la cui scoperta scorre parallela con il percorso compiuto da Cassidy, nel conoscere meglio se stessa, le sue abilità e il mondo degli spiriti.

Ho adorato leggere Città degli spettri, perché la Schwab ha la brillante capacità di trascinarmi nella storia, rendermi partecipe, spaventata, angosciata, entusiasta e via discorrendo, nel seguire Cassidy e Jacob lungo le strade di Edimburgo.

Un libro assolutamente travolgente e l’inizio di una trilogia strepitosa. Lo consiglio a tutt*!

Se vi va lasciate un commento! Ecco a voi il calendario delle altre tappe!